Zoom Logo

racCONTA LA MONTAGNA - Presentazione del libro: "La Terra dopo di noi" di Telmo Pievani - Shared screen with speaker view
RENZO SEDDA
23:07
Salute-Renzo Sedda-ODAF Sassari
antonio dattilo
23:49
buonasera a tutti
Giovanna Lasagna
33:53
buonasera a tutti. Potete scrivere il titolo e l'autore del libro. Grazie.
Francesco Blotto
34:37
Telmo Pievani - La Terra dopo di noi
Flavio Flavio
01:04:57
Buonasera a tutti
Unimont Università della Montagna
01:07:28
Se avete domande potete chiedere di intervenire o scrivere la domanda in chat
Giancarlo Maculotti
01:10:28
Lei esclude ogni finalismo. L'evoluzione non ha di per sé finalità. L'uomo invece è finalista quasi per natura...
Dario Polimeni
01:14:06
direi che stiamo parlando di un problema antropologico …..
antonio dattilo
01:14:16
se possibile mostrare alcune immagini per comprendere interpretazione dell’autore anche in relazione a quanto già detto, grazie
ANNA BONETTINI
01:14:25
Buonasera,
Davide Verni
01:15:36
buon pomeriggio, potrebbe esprimere la posizione in merito a cambiare il paradigma in cui l’uomo sta distruggendo il pianeta perché assume posizioni antro entri che è speciste per cui sfrutta gli altri animali. potremmo finalmente dire che questa è la radice di tutti i mali e quindi non alleveremmo, mangeremmo, sfrutteremmo i viventi?
Davide Verni
01:16:03
*antropocentriche
Gianni Tartari
01:16:45
Quale relazione c'è tra ecologia umanista e concetto di antropocene?
Gianni Tartari
01:17:41
.. relazione filosofica ...
Davide Verni
01:17:44
La scienza esprime chiaramente che gli animali sono senzienti
Davide Verni
01:19:10
pertanto ecologicamente e economicamente l’alimentazione vincente è quella vegetale. (se non vogliamo trattare l’etica)
ANNA BONETTINI
01:19:12
Buonasera, vorrei chiederle se non le sembra incredibile l'assenza, nei programmi televisivi in particolare, di approfondimenti sui contenuti e sulle finalità dell'Agenda ONU 2030: oggi è chiaro che ambiente, economia e società sono elementi inscindibili e, come tali, vanno affrontati sia nelle scelte quotidiane di ciascuno sia nelle decisioni politiche più elevate. Ma nessuno ne parla e l'opinione pubblica non viene raggiunta da questi temi… Grazie
Domenica Abondio
01:19:58
Nel 1994 Alex Langer affermava, col suo meraviglioso spirito profetico, che “La conversione ecologica potrà affermarsi soltanto se apparirà socialmente desiderabile”. Già allora si dichiarava la sconfitta di un ecologismo catastrofista ed elitario e la necessità di stabilire priorità e lavorare sui progetti. Come valuta, in tale ottica, la transizione ecologica come scelta politica?
Andrea Anselmi
01:30:27
ma se a me piace un pochino il mare ????
Brunella Marelli
01:31:18
Anna Giorgi: condivido in pieno
Flavio Flavio
01:33:05
Personalmente penso che dipende anche chi è che insegna la biologia; inoltre non abbiamo più neanche l’educazione domestica nelle scuole (tanto se serve qualcosa c’è YouTube), come anche i percorsi di stage nel periodo delle superiori non hanno una vera utilità
novella sammarco
01:33:05
ma affiancare e obbligare ad avere un biologo nei direttivi?
Davide Verni
01:33:46
la transizione ecologica come scelta politica di chiama antispecismo😉
Patrizio Mazzucchelli
01:35:51
Montagna: Come recuperare gli ex terreni agricoli abbandonati dall'uomo e oggi "occupati" da una incatevole natura senza fare danni?
Patrizio Mazzucchelli
01:36:44
Noi piccoli coltivatori abbiamo bisogno di essere formati. Grazie UniMont!
Dario Polimeni
01:37:04
grazie a voi, molto interessanti grazia
Susanna Perlini
01:37:07
Complimenti, veramente interessante
Flavio Flavio
01:37:08
Grazie!
ELISABETTA GIANNI
01:37:15
arrivederci e grazie. grande prof. Pievani!!!
Federico Chiodaroli
01:37:19
grazie!