Zoom Logo

Parlare ed essere parlati: l’italiano e le sfide del presente - Shared screen with speaker view
LAURA NERI RODELLA
30:07
BUONASERA. LA LINGUA ITALIANA DEVE MOLTA DELLA SUA FONETICA AL BEL TEMPO. NON ESSENDO FREDDO, MA TIEPIDO O CALDO LA MAGGIOR PARTE DELL'ANNO,
LAURA NERI RODELLA
01:11:24
SONO D'ACCORDISSIMO CON CALVINO. AD OGGI, L'IDEOLOGIA IMPERANTE, INVADE LE NOSTRE VITE CON L'IMPOSIZIONE DEL POLITICALLY CORRECT CHE CREA UNA REALTA' PARALLELA, DISTACCANDO SEMPRE PIU' LE PERSONE DALLA REALTA'CHE DOVREBBERO O VORREBBERO DESCRIVERE. IL POLITICALLY CORRECT, INOLTRE, VIENE IMPOSTO CON LA PRETESA DI FARLO PASSARE COME INNALZAMENTO DEL REGISTRO LINGUISTICO.
desideria
01:15:59
scusi professoressa una domanda sul “piuttosto che”. Lei crede che che l’uso disgiuntivo prima o poi andrà a sostituire definitivamente l’originario utilizzo?
desideria
01:16:53
grazie prof
elisabetta malaspina
01:17:25
permettetemi di spezzare una lancia per la perla di saggezza bolognese : "piuttosto che niente...piuttosto!" ;)
Rosa
01:22:43
Grazie. Davvero interessante.
Venturi Alice
01:23:04
Grazie mille!
Pedrelli Giovanni
01:23:05
Grazie mille
elisabetta malaspina
01:23:09
A Presto! Grazie